Pesche dolci all’alchermes

Le pesche dolci all’alchermes sono dei dolci favolosi per il palato e per il bellissimo effetto visivo.
Quando ero piccola ero solita comprarle in pasticceria, ora invece le preparo in casa con ottimi risultati.
In questo caso sono farcite con della crema pasticcera, ma si può utilizzare anche la Nutella o la marmellata.
Sono ottime in ogni occasione e si possono preparare tranquillamente anche il giorno prima.
Vi lascio la ricetta, io ho utilizzato la planetaria, ma si possono impastare anche a mano.
Ingredienti  per le Pesche:
500 g di farina
50 g di strutto morbido
50 g di zucchero fine
3 uova
200 ml di latte
15 g di lievito di birra
La scorza grattugiata di un’arancia e di 1 limone
1 bicchierino di rum
1 pizzico di sale
Ingredienti per la crema pasticcera:

300 ml di latte

25 g di farina 0

60 g di zucchero

 2 uova piccole

 La scorza di 1 limone bio

Per decorare:
Liquore alchermes q.b.
Zucchero semolato fine q.b.
Panna montata q.b.
Ciliegie candite q.b.
Procedimento:
Per preparare le pesche dolci all’alchermes iniziate a setacciare la farina nella ciotola della planetaria, aggiungete le uova, lo zucchero, la scorza grattugiata dell’arancia e del limone, e 120 ml di latte leggermente tiepido, dove precedentemente avrete fatto sciogliere il lievito di birra.
Impastate con la planetaria a bassa velocità e, quando l’impasto incomincia ad incordarsi, aggiungete piano piano lo strutto e il restante latte, infine il rum.
Coprite la ciotola con la pellicola e lasciate lievitare per circa 3 ore, o comunque fino a quando l’impasto sarà raddoppiato di volume.
Quando l’impasto è ben lievitato, prelevate con un cucchiaio circa 35 gr di impasto per formare le mezze pesche, lo adagiate su una spianatoia leggermente infarinata, arrotolatelo su se stesso (cercando di non incorporare farina all’interno) e formate una pallina tonda.
Proseguite cosi sino a terminare tutto l’impasto.
Sistemate le palline in una teglia foderata di carta da forno, coprite e lasciate lievitare nuovamente per circa un’ora o comunque sino a quando sono ben lievitati.
Dopodiché mettete a cuocere in forno preriscaldato a 200° per 20 minuti circa.
A cottura ultimata, sfornate e lasciate raffreddare le mezze pesche.
Nel frattempo preparate la crema pasticcera.

In un pentolino sbattete le uova con lo zucchero, aggiungete piano piano la farina e poi il latte.

Portate a ebollizione a bassa fiamma, mescolando costantemente fino a quando non si sarà addensata.

Spegnete e aggiungete la scorza del limone a fette, avendo l’accortezza di tagliare solo la parte gialla, per aromatizzare la crema pasticcera.

Coprite e lasciate raffreddare la crema pasticcera.

Una volta che la crema pasticcera sarà raffreddate, eliminate la scorza del limone e mescolate con una frusta a mano.
Procedete a inzuppare e incidere la base delle mezze pesche e riempitele di crema pasticcera.

Infine accoppiatele a due a due e bagnate le pesche dolci uniformemente nell’Alchermes molto velocemente e poi passatele nello zucchero.
Sistemate le pesche dolci all’alchermes nei pirottini di carta e decorate ogni pesca con dei ciuffi di panna montata e una ciliegia candita.
Sistemate le pesche dolci in frigo sino al momento di servirle.
Consigli:
Se preferite potete decorarle sostituendo le ciliegie candite con della frutta fresca.
Si conservano bene in frigo anche per due giorni.
Potrebbe interessarvi anche la ricetta dei Cardinali dolce tipico sardo
Se vi piacciono le mie ricette vi aspetto anche su Instagram Facebook e Pintarest

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.